L’anima della Frontiera di Matteo Righetto Edizioni Mondadori

“L’Anima della Frontiera” di Matteo Righetto, Edizioni Mondadori

Ambientato in Alta Valdibrenta, fra l’altipiano di Asiago e il massiccio del Grappa nel 1888, “L’anima della Frontiera” narra delle vicende dei De Boer, contadini poveri che cercano di sbarcare il lunario con la coltivazione del tabacco.

“L’Anima della Frontiera, Matteo Righetto, Edizioni Mondadori

Augusto, capostipite della famiglia, si rende ben presto conto che ha solo un modo per garantire ai suoi cari la sopravvivenza, ovvero il contrabbando. Decide per tale ragione di sottrarre dalla sua produzione, qualche sacco di tabacco che nasconde ai funzionari del Re e che utilizza come merce di scambio con i minatori oltre la frontiera, per del rame e argento. Ad aiutarlo nella sua impresa la figlia primogenita, Jole, protagonista del romanzo di Righetto.

Molti gli elementi che mi hanno colpita. Incominciando dal titolo

“L’Anima della Frontiera”

punto nevralgico, luogo in cui si articolano le vicende e dove i personaggi si sviluppano. La frontiera come limite fisico da valicare ma anche psicologico; mezzo attraverso il quale si può aspirare ad una vita migliore, ma che, allo stesso tempo, può togliere tutto. La frontiera che separa gli uomini di paesi diversi ma appartenenti alla medesima classe sociale (i contadini e i minatori); che separa uomini dello stesso paese ma di classi sociali diverse (i contadini e i funzionari del re). La frontiera coprotagonista e antagonista nell’intera vicenda.

Interessante la commistione di generi letterari che si fondono perfettamente all’interno del libro e che rendono agile la narrazione.
Potrebbe definirsi un romanzo storico dal gusto un po’ patriottico. Potrebbe essere una saga familiare. Ma più di tutto, a mio avviso, è un romanzo di formazione, un “bildungsromance”, nel corso del quale assistiamo alla metamorfosi, allo sviluppo della protagonista.

La Jole si trova infatti a dover sopperire alla mancanza del padre partito per una missione oltre frontiera e non più ritornato.
Nonostante tutto, non solo non crede alla presunta morte del padre, ma per di più si veste dei suoi panni, diventando essa stessa contrabbandiera e prodigandosi nella sua ricerca. Donna emancipata e volitiva riveste i suoi panni e lo sostituisce nel ruolo di capostipite all’interno della famiglia.

Sa che da lei dipende il sostentamento della famiglia e nonostante la giovane età e l’appartenenza al genere femminile (che la rendono quindi maggiormente esposta ai pericoli della frontiera), si fa carico di queste responsabilità.

Eroina ante-litteram

insomma, che in sella al suo destriero e con il suo fucile, battezzato San Paolo, sfida anche le convenzioni sociali, che vedono la donna relegata al solo ruolo di moglie e madre. 

Molto forte il legame con il padre, magistralmente descritto nel corso del libro, unione questa fra padre e figlia, presente in modo se non unico ma sicuramente raro, all’interno della produzione letteraria.

La scrittura di Righetto è molto asciutta ma non per questo povera. Sa cogliere quelli che sono gli elementi importanti della narrazione e li mette a fuoco, senza troppe digressioni, concentrando in questo modo anche l’attenzione e le energie del lettore.

Libro che consiglio assolutamente sì, a tutti, in grado di soddisfare i gusti e il palato di un pubblico ampio ed eterogeneo. E poi si parla di montagna anche e quindi, perché no?

L’anima della frontiera di Matteo Righetto, Edizioni Mondadori

ISBN 9788804680086

€18,00

http://www.librimondadori.it

#libri#books#mondadori#mondadorilibri#righetto

 

8 pensieri riguardo “L’anima della Frontiera di Matteo Righetto Edizioni Mondadori”

  1. I enjoy you because of all of the effort on this blog. Debby delights in conducting internet research and it’s easy to see why. A number of us hear all about the compelling form you create both useful and interesting guides by means of the blog and boost contribution from other ones about this area of interest and my child has been becoming educated a great deal. Enjoy the remaining portion of the new year. You’re carrying out a fabulous job.

  2. Thanks for the recommendations on credit repair on this amazing site. A few things i would tell people is always to give up the particular mentality they can buy today and shell out later. Like a society we all tend to try this for many issues. This includes getaways, furniture, and also items we wish. However, you should separate the wants out of the needs. While you’re working to raise your credit score make some sacrifices. For example it is possible to shop online to save cash or you can visit second hand retailers instead of pricey department stores regarding clothing.

  3. You’re so interesting! I do not suppose I have read through a
    single thing like this before. So great to discover someone with original thoughts on this
    topic. Seriously.. thanks for starting this up. This web
    site is something that is needed on the internet, someone
    with a bit of originality!

  4. Hello there! This post could not be written any better!
    Reading this post reminds me of my good old room mate!
    He always kept chatting about this. I will forward this page to him.

    Fairly certain he will have a good read. Thank you for sharing!

  5. It’s perfect time to make a few plans for the longer term and it’s time to be happy. I’ve learn this put up and if I may just I want to counsel you some fascinating things or advice. Perhaps you could write subsequent articles regarding this article. I desire to learn more things approximately it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *